san francesco 150x150 Sacralità e Storia

ASSISI – Patrimonio Mondiale Unesco

La Città di Assisi, la Basilica Papale di San Francesco, quella di Santa Maria degli Angeli e gli altri luoghi francescani, con la quasi totalità del territorio comunale, costituiscono un sito inserito nella lista del Patrimonio Mondiale. L’iscrizione, avvenuta nell’anno 2000, si basa sul riconoscimento di una unicità di “paesaggio culturale” composto di beni materiali e immateriali.

San Francesco d’Assisi, nato Francesco Giovanni di Pietro Bernardone (Assisi, 26 settembre 1182 – Assisi, 3 ottobre 1226) è stato fondatore dell’ordine che da lui poi prese il nome, è venerato come Santo della Chiesa cattolica. Il 4 ottobre ne viene celebrata la memoria liturgica in tutta la Chiesa cattolica (festa in Italia; solennità per la Famiglia francescana). È stato proclamato, assieme a Santa Caterina da Siena, patrono d’Italia il 18 giugno 1939 da papa Pio XII.

(a 49 km di distanza da Costacciaro)

www.visit-assisi.it

città di castello 150x150 Sacralità e Storia

CITTA’ DI CASTELLO – La Porta Dell’Umbria

Antico centro umbro non sottomesso dagli Etruschi, fu fiorente Municipio romano, con il nome di Tifernum Tiberinum, ricordato nelle sue epistole da Plinio il Giovane che sui primi del II secolo vi eresse un tempio.
Verso il principio del IV sec. vi predicò il Vangelo S. Crescenziano, legionario romano. È tradizione che Tiferno fosse distrutta da Totila e risorgesse per opera del Vescovo Florido.

(a 70,9 km di distanza da Costacciaro)

www.cittadicastelloturismo.it

centro 150x150 Sacralità e Storia

COSTACCIARO - Antico Castello (Castrum Costacciarii)

A ridosso del massiccio del Monte Cucco lungo la consolare Via Flaminia, fu acquistato intorno alla metà del XIII secolo dal libero Comune di Gubbio che lo ampliò e ne potenziò la struttura difensiva con la costruzione di una nuova cinta muraria e di un sistema di torri e porte, ancora in parte esistenti.

Il castello di Costacciaro aveva importanza strategica in quanto segnava il confine del comitato eugubino e quando Gubbio, con tutto il suo territorio, nel 1384 si assoggettò spontaneamente ai Montefeltro, Costacciaro divenne l’estremo baluardo del Ducato di Urbino.

Il Duca Federico II si preoccupo’ di potenziare ulteriormente le difese del castello con la costruzione del Rivellino a difesa del lato sud e di garantirne l’approvvigionamento idrico a mezzo di nuovi condotti di adduzione e di fonti. Costacciaro e’ sempre stato legato a Gubbio ed ancora oggi il suo territorio comunale e’ parte della Diocesi e del Mandamento di Gubbio.

(a 5 km di distanza dal Trebbio)

www.comunecostacciaro.it

rocca flea gualdo tadino 150x150 Sacralità e Storia

GUALDO TADINO - Le Quattro Epoche

Umbra, romana, medievale e moderna. Il tessuto della città racconta delle sue tante rifondazioni, profondamente intrecciate con l’architettura e le materie che nelle varie epoche si sono succedute. Conoscerne da vicino la storia, significa comprendere appieno l’identità della Gualdo odierna.

(a 16,5 km di distanza da Costacciaro)

www.gualdo.tadino.it

Gubbio Palazzo dei Consoli z02 150x150 Sacralità e Storia

GUBBIO – Sulle Orme Degli Antichi Umbri

Tracce di insediamenti preistorici nel territorio eugubino sono documentate fin dal Paleolitico medio. Recenti campagne archeologiche hanno portato all’individuazione di siti dell’Età del Bronzo, molto prossimi alla città. Gubbio fu centro importante degli umbri, come testimoniano le Tavole Eugubine (III-I sec. a.C.), il più notevole cimelio epigrafico dell’Italia preromana. Si tratta di sette tavole in bronzo che contengono prescrizioni rituali per particolari cerimonie e danno anche indicazioni sull’ordinamento della città-stato iguvina.

(a 19,5 km di distanza da Costacciaro)

www.comune.gubbio.pg.it

centro perugia 150x150 Sacralità e Storia

PERUGIA - La Città

I primi insediamenti conosciuti risalgono ai secoli XI e X a.C., con la presenza di villaggi nei pressi delle falde dell’altura perugina e a partire dal sec. VIII anche sulla sommità del colle dove sorge la città. Il rapido sviluppo di Perugia è favorito dalla posizione dominante rispetto all’arteria del fiume Tevere e dalla posizione di confine con le popolazioni Umbre. Il nucleo di Perugia si forma attorno alla seconda metà del VI secolo a.C., dalla disposizione delle necropoli etrusche abbiamo una testimonianza indiretta dell’espansione del primo tessuto urbano. Perugia diventa in breve una delle più importanti città etrusche e una delle 12 lucumonie, dotandosi nel IV secolo a.C. di una cinta muraria ancor oggi visibile.

(a 60,3 km di distanza da Costacciaro)

www.comune.perugia.it

DSCN2091 150x150 Sacralità e Storia

SPELLO - Città d’Arte

Antichissima è l’origine storica di Spello che secondo gli storici più accreditati si vuole sia stata fondata dagli Umbri. Fu denominata “Hispellum” dal romani che la fecero Municipio e la scrissero alla tribú Lemonia. Fu dichiarata da Cesare COLONIA GIULIA e più tardi fu chiamata città Flavia Costante da Costantino.

(a 53,6 km di distanza da Costacciaro)

www.comune.spello.pg.it