Sulla Terra

L’Escursionismo che vede ogni anno decine di migliaia di appassionati percorrere i tanti sentieri della montagna del Monte Cucco e dintorni è sicuramente la principale attività sportiva praticata. Per ora è questa la maggior fonte di presenze turistiche-escursionistiche del Parco, anche perché favorita da una fitta rete di sentieri segnalati (oltre 120 km), dalla relativa “Carta dei Sentieri del Parco del Monte Cucco e zone limitrofe” edita dalla Monte Meru e da punti di appoggio e ristoro in quota come Val di Ranco, Pian delle Macinare, Valico di Fossato di Vico.

galleria 5 150x150 Sport

Mountain Bike

Il Parco del Monte Cucco e, soprattutto, l’adiacente Alta Valle del Chiascio sono il terreno ideale per la pratica della bici da montagna. Una fitta rete di sentieri, mulattiere e carrarecce penetra per centinaia e centinaia di chilometri ogni settore del territorio, disegnando un’infinita possibilità di percorsi, per ogni gusto e capacità.

www.discovermontecucco.it

escursionismo 150x150 Sport

Trekking

Trekking letteralmente significa camminare dietro le tracce lasciate dai carri (trek) trainati dai buoi. Parlare di trekking oggi vuol dire camminare lungo sentieri, boschi, mulattiere, fiumi, visitando piccoli paesi o ruderi sia in montagna che in pianura. Durante un trekking non ci si limita a camminare, camminare e camminare fino a giungere al punto stabilito.
www.discovermontecucco.it

trekking a cavallo 150x150 Sport

Ippoturismo

La viabilità minore rappresentata da: sentieri, mulattiere, carrarecce, carrozzabili sterrate dell’area del Parco e delle zone circostanti, in genere con fondo buono, compatto e poco accidentato, sono tutti elementi che favoriscono una pratica divertente e sicura l’Escursionismo a cavallo.

www.discovermontecucco.it

sportsPesca sportiva 150x150 Sport

Pesca Sportiva

Nel territorio comunale di Scheggia-Pascelupo, lungo il Fiume Sentino e il Torrente Rio Freddo, è possibile praticare, la Pesca sportiva.

www.discovermontecucco.it

Faggeta sci.da .fondo 800 150x150 Sport

Sci Da Fondo

Dato il clima, spesso condizionato dalle correnti fredde di origine continentale-balcanica, il territorio del Parco è soggetto a intense nevicate che lasciano, per molti giorni, uno spesso strato di neve, anche a quote basse. 
Questa persistenza al suolo della neve fa si che alcune zone dei piani montani siano particolarmente adatte alla pratica dello Sci da fondo, tanto agonistico quanto escursionistico. E Pian delle Macinare (1135 m di quota), poco sopra Costacciaro, è una di queste aree, sicuramente la più adatta e nota. Qui, utilizzando il rifugio come punto d’appoggio e riparo, da molti anni si pratica e si organizza lo sci da fondo.

Torrentismo 150x150 Sport

Torrentismo

Torrentismo, cioè la discesa dei torrenti incassati in gole e forre, utilizzando tecniche miste fra progressione in grotta, alpinismo e subacquea (disciplina nata a Monte Cucco con le prime discese degli anni cinquanta e sessanta nella Forra di Rio e nell’Orrido del Balzo dell’Aquila). 
La discesa èfacilitata e resa sicura da una serie di ancoraggi artificiali per l’aggancio e lo scorrimento delle corde di progressione posti in opera sopra ogni cascata o rapida. Il controllo e la manutenzione di questi ancoraggi è costante.

www.discovermontecucco.it

Sopra la Terra

Le caratteristiche orografiche dell’Alta Valle del Chiascio e dei rilievi del Massiccio del Monte Cucco, nonché la mancanza di ostacoli seri all’avvicendarsi delle correnti atlantiche e balcaniche, rendono il territorio del Parco una zona molto adatta alla pratica del volo libero, segnatamente del deltaplano.

deltaplano 150x150 Sport

Deltaplano e Parapendio

Le favorevoli condizioni orografiche e metereologiche rendono facili decolli ed atterraggi e fanno allo stesso tempo di Monte Cucco un campo di allenamento ideale per principianti e per esperti al massimo livello. Pian di Monte come la Sella del Culumeo (Val di Ranco) sono fra quei pochissimi luoghi dove è possibile decollare ed atterrare durante lo stesso volo. Val di Ranco, Pian di Monte, La Pianaccia rappresentano i punti di decollo canonici della zona, dove è possibile, in alternativa, prendere il volo in qualsiasi condizione di vento. Il Monte Cucco è una delle poche località dove si disputano competizioni nazionali ed internazionali di volo libero ad alto livello tecnico. Sigillo è l’unico comune in Italia ad aver ospitato ben 7 edizioni su 21 dei campionati Open di deltaplano. E’ il comune dove si organizza e si disputa regolarmente una competizione internazionale, “Il Trofeo Monte Cucco”, che vede la partecipazione di numerosissime nazionali straniere, così come dei CAMPIONATI MONDIALI DI DELTAPLANO (Prima manifestazione 1999). A valle esistono associazioni che svolgono attività didattica di deltaplano, e valenti istruttori federali organizzano corsi residenziali e di fine settimana. L’attività deltaplanistica e di parapendio è coordinata e promossa dal Centro Volo Libero “Monte Cucco” che ha sede nell’Università del Volo Libero di Villa Scirca. 

www.discovermontecucco.it

Dentro La Terra

Il Parco del Monte Cucco è una delle zone più pregiate e spettacolari dell’Appennino umbro marchigiano, con un ambiente incontaminato e con centri storici intatti dove i ritmi dell’uomo seguono quelli della natura che lo circonda.
Lungo i suoi sentieri, in superficie o nella profondità della montagna, generazioni di appassionati hanno sviluppato la conoscenza e l’amore per l’ambiente naturale appenninico, creando il mito della “piccola grande montagna” che tutto racchiude ed esprime, palestra incontaminata per lo spirito e l’intelletto.
Monte Cucco è soprattutto il parco delle grotte. Ce ne sono a centinaia di ogni forma e dimensione, lunghe e lunghissime, profonde e profondissime.

foto grotta da sito 150x150 Sport

Grotte del Monte Cucco – Al Centro della Terra

La Grotta di Monte Cucco con i suoi 30 chilometri di gallerie ed oltre, e con una profondità massima di più 900 metri è uno dei sistemi ipogei più importanti in Europa e sicuramente tra i più noti e studiati nel mondo. Lo spettacolo naturale che fino ad ora poteva essere apprezzato solo da esperti speleologi, si apre per circa 800 metri di percorso sotterraneo alla scoperta di chi vuol vivere un’esperienza sensoriale unica, fatta di suoni, quelli dell’acqua che lentamente scava la roccia, di odori, quelli della profondità della montagna, di immagini, quelle create dalle formazioni calcaree interne. 
Ottocento metri di percorso in profondità, un viaggio nelle viscere di Monte Cucco che si snoda tra stalattiti e stalagmiti, gallerie, labirinti e cunicoli, alla scoperta di un mondo per tanti solo immaginato. 
Un viaggio al centro della terra che diventa viaggio nella natura, nel ventre della montagna e delle proprie sensazioni, dove la percezione dello spazio muta, il silenzio ha mille suoni e significati e il buio, quando per un attimo le luci si spengono, regala i nostri occhi increduli, tutte le sue sfumature.

www.grottamontecucco.umbria.it